Visual Merchandising: come allestire una vetrina che vende

Quando la prima impressione conta, e fa la differenza

Pubblicato il 16/03/2018

Televisione, smartphone sempre sottomano, social network che forniscono contenuti a tutte le ore, pubblicità sempre più agguerrita; nella realtà odierna siamo sottoposti a più stimoli visivi di quanto l'essere umano sia mai stato. 

Come si fa quindi a far notare -e soprattutto ricordare!- il proprio negozio a un potenziale cliente se la sua mente è bombardata di stimoli? Il visual merchandising viene in nostro aiuto!

Vediamo insieme cos'è il visual merchandising e come questa disciplina ci suggerisce spunti per allestire la vetrina e il punto vendita in modo da farci notare e ottimizzare l'esperienza del cliente.

Cos'è il Visual Merchandising

Prima di entrare nel vivo vi proponiamo un breve excursus sul visual merchandising; conoscere la teoria significa poter mettere in pratica con più completezza!

Il lavoro del visual merchandiser unisce una buona dose di creatività e sensibilità estetica agli strumenti di marketing che servono per trasformare l'esposizione in uno strumento di vendita efficace. Il punto vendita diventa quindi uno strumento per comunicare la personalità e i valori del brand e lo si fa nel modo più diretto e istintuale: tramite la vista.

Numerosi studi confermano come oggi gli acquisti non vengano ponderati e razionalizzati, sempre di più compriamo con la vista e con le sensazioni; al cuore del consumatore ci si arriva tramite gli occhi.

 

La vetrina: il biglietto da visita di ogni store

Eccoci giunti al pratico! Oggi concentreremo principalmete sull'allestimento della vetrina in quanto è come un biglietto da visita per il nostro negozio nonchè ciò che farà decidere a chi vi passeggia davanti se entrare oppure no.

Una vetrina curata che regali una piacevole sensazione allo sguardo di chi la vede bendispone i potenziali clienti ai prodotti che gli proporremo una volta entrato nel negozio, le statistiche parlano di un aumento delle vendite del 40% circa.

Vi proponiamo allora dei consigli e idee per le vetrine dei vostri negozi e degli spunti sul materiale per l'allestimento delle vetrine, anche se ovviamente saranno il vostro gusto personale e l'indentità del vostro marchio a guidarvi.

1. Trovare la propria identità

Per comunicare in modo efficace è fondamentale aver individuato cosa si vuole comunicare; questo primo punto si riferisce infatti a uno studio preventivo, a ciò che è importante aver chiaro in mente prima di passare all'effettivo allestimento della vetrina del negozio.

Ogni marchio, ogni negozio sono unici e presentano un'offerta unica che si distingue da ogni altra per una serie di caratteristiche; un buon venditore deve quindi conoscere i punti di forza della merce o dei servizi che propone e saperli trasmettere in modo diretto. Una volta chiarito ciò si è già a metà dell'opera!

Un'altra componente è quella stagionale: tenere in considerazione il Natale e le feste, le stagioni, le ricorrenze e le differenti collezioni (se si tratta di un negozio di moda) rende più completa ed efficace la comunicazione.

 

2. Farsi riconoscere con targhe e insegne

Se la vetrina è il biglietto da visita del negozio è importante che l'identità dello stesso sia ben chiara e comunichi già a un primo sguardo il mood di ciò che si troverà all'interno.

Per fare ciò le insegne per negozi sono un punto molto importante: la pubblicità è l'anima del commercio e un'insegna è la prima pubblicità che un negozio può farsi. 

Esistono diversi tipi di insegne per le vetrine dei negozi, ognuno rispondente a una diversa esigenza: la più classica è l'insegna al vivo e può adattarsi perfettamente in ogni contesto. Delle variazioni più particolari ed accattivanti sono le insegne luminose, un ottimo modo per attirare l'attenzione in modo diretto e immediato e le insegne pubblicitarie a bandiera.

Un modo alternativo per presentare il proprio store sono le targhe per negozi, che per alcuni rappresentano una scelta più elegante. Anche se di dimensione minore rispetto a un'insegna tradizionale, le targhe hanno il vantaggio di essere posizionate ad altezza occhi rispetto a chi passa davanti al negozio.

 

3. Sempre aggiornati con adesivi per vetrine e vetrofanie

Come abbiamo anticipato prima, la stagionalità è una componente importante: aggiornare la vetrina in base al periodo dell'anno, alle festività o a speciali offerte o nuove uscite permette di rinnovarsi e di essere percepiti come dinamici e attenti all'ambiente in cui si opera.

In questo dinamismo gli adesivi per vetrine, anche detti vetrofania sono degli ottimi alleati perchè permettono di modificare l'allestimento della vetrina in modo temporaneo ma d'impatto. Così possiamo comunicare in modo creativo i saldi presenti nel negozio, far rinascere la vetrina insieme alla primavera o allestirla in tema natalizio se è inverno.

Anche qui la scelta è variegata, esistono infatti, oltre ai classici adesivi per vetrine anche i pratici adesivi attacca e stacca oppure gli adesivi prespaziati, i più facili da applicare per un effetto finale curato e ordinato.

4. Raccontami una storia...

Prima abbiamo parlato di come i consumatori di oggi acquistino seguendo più l'emozione che la razionalità, lasciandosi convincere alla spesa più da ciò che un prodotto o servizio rappresenta e trasmette piuttosto che da una ponderazione più analitica. Per questo ogni negoziante trarrà giovamento dal raccontare una storia tramite l'allestimento della vetrina e del punto vendita tutto.

Appunto perchè ogni negozio è diverso è difficile dare consigli per allestire una vetrina che valgano per tutti ma se avete pensato allo spunto sull'identità del marchio che trovate al punto 1 della lista vi sarà già chiaro cosa volete trasmettere. 

Alcuni consigli sempre validi sono l'evitare l'affollamento ovvero non puntare sulla quantità di elementi presenti nella vetrina ma piuttosto scegliere a cosa si vuol dare risalto e giocare la comunicazione intorno ad esso e scegliere sempre un tema; un esempio chiaro a tutti è quello del Natale: una comunicazione più originale rispetto ai classici fiocchi di neve e pacchi regalo può essere data dalla scelta di un tema come "le renne di Babbo Natale" o "il paese dei balocchi".

Per sviluppare il tema che avrai scelto avrai bisogno di oggetti fisici che ti aiutino nel creare la tua scenografia e di un buon fondale ottenuto ad esempio tramite la stampa su tessuto di uno sfondo d'impatto, una scelta materica e che trasmette qualità.

L'importante è cercare di regalare un attimo di magia al passante, solo così potrà essere colpito a tal punto da entrare e diventare... cliente!

Per oggi è tutto, abbiamo fornito qualche spunto per allestire una vetrina in modo originale che speriamo vi sia stato d'ispirazione; nella prossima puntata vedremo meglio come decorare il punto vendita.

l

OutsidePirnt.com

Metodi di pagamento

Per i pagamenti accettiamo bonifici, le principali carte di credito e PayPal

Pagamenti con PayPal   Pagamenti con Visa   Pagamenti con Mastercard
Pagamenti con bonifico bancario   Pagamenti con contrassegno

Spedizioni

Spedizione in tutta Italia con i corrieri BRT e GLS.

Consegne con BRT dei nostri prodotti di stampa digitale   Consegne con GLS dei nostri prodotti di stampa digitale

SEGUICI

Seguici e condividi con noi sui nostri canali social

             

Tieniti informato: leggi il nostro

Blog e informazioni dal mondo della stampa digitale

Blog dedicato a novità interessanti sul mondo della stampa digitale

Blog - OutsidePrint.info

OutsidePrint è un e-commerce di Marco Vescovi s.r.l. - P.IVA 09170540968
Sede legale e operativa: Strada Cebrosa, 42 - 10036 - Settimo T.se (Torino) COPYRIGHT © OUTSIDEPRINT